Tubthumping

Stremato

“I get knocked down but I get up again
You’re never gonna keep me down”

Una settimana di tosse, rincoglionimento, stanchezza precoce.

Ieri mi sono rassegnato ad andare dal medico. Quella che sembrava una bronchite dovrebbe essere in realtà una laringite causata da problemi intestinali (!). Comunque un po’ c’entrano anche i bronchi.

In ogni caso, non se ne può più. Tosse a parte, alle nove di sera son già cotto… e gli impegni saltano.

Come questa sera, in cui ho dovuto dire addio alla serata Godzilla al Diagonal :/

Pubblicato da Michelangelo

Scruto continuamente il mondo alla ricerca del bandolo della matassa

14 risposte su “Tubthumping”

  1. Vorrei sottolineare il “non se ne può più”, sto rimpiangendo le notti in cui russavi “solamente”… almeno lì potevo darmi al lancio del pupazzo con discreti risultati… ora l’unica soluzione (oltre a dormire sul divano -__- ) è diventare Otello e soffocarti con un cuscino, proposito che diventa sempre più appetibile ogni notte che passa…

  2. Non hai proprio più il fisico, una piccola strapazzatina all’Oktober e subito crolli in una influenza devastante, te l’avevo detto io di bere più birra, mette sù anticorpi poderosi e forti, quella è il vaccino antinfluenzale… Consiglio del Brigo: colazione con Unicum, grappino post pranzo, Rum con thè a metà pomeriggio, un americano per aperitivo e una bella bottiglia di Remy Martin (il cardinal Mendoza sarebbe meglio) bella calda dopo cena e fidati in due giorni torni bello fresco e pimpante… ah non dimenticare un bel sigaro mentre bevi il cognac, per i i bronchi fa benissimo. Ciao ciao

  3. @Valen
    tin bòta, che tra un po’ non mi avrai più nella stessa stanza 😉

    @Sphalmina
    Grazie del conforto, dev’essere stato un mix di freddo in notte bianca e vecchi problemi… ora va un po’ meglio, speriamo che duri.

    @Brigo
    La tua ricetta è fenomenale!! Se fosse stato un virus tutto quell’alcol avrebbe fatto piazza pulita di qualsiasi germe per mesi e mesi 😀
    Purtroppo, dato che secondo il medico c’entra lo stomaco, dovrò starci un po’ attento.
    Anche se la colazione con l’Unicum come ai vecchi tempi… 😛

  4. L’unica soulzione sociale che ti e’ rimasta e’ aprire un podcast. Io consiglierei colazioni a base di Vodka e pistacchi. Perche’ non dormirai piu’ nella stessa stanza? Ti ricoverano?

    @ Vale: Mitica! 😀

  5. coraggio, boc!… poi sarà un’altra a sopportare russamenti e tossi (in realtà finirai a dormire in un’altra stanza, ma bisogna pure infiorettare la triste realtà). Però penso che Brigo abbia ragione: e poi, mica devi bertela, tutta quella roba: c’è sempre l’endovena!

  6. E comunque se veramente stessi male la sera te ne staresti a casina tua al calduccio invece di andare in giro a gozzovigliare con i bradipi!

  7. @zonda
    un podcast nei giorni scorsi? sarebbe stata una roba tipo “tales from the crypt” 😛

    @zonda e turro
    non sarò io a finire in un’altra stanza bensì mia sorella. Ormai è pronta a spiccare il volo…

    @fringui
    ti sento simpatica come al solito 🙂
    cmq non era un piccolo raffreddore ma, per la cronaca, un principio di bronchite unito ad una inquietante malattia chiamata MRGE. Per fortuna la nuova cura sta dando i suoi frutti.
    E in ogni caso, putroppo, non ho “gozzovigliato con i bradipi” negli ultimi giorni… ma vedrò di recuperare, stanne certa! 😛

  8. @Boch
    La verità è che voi ometti quando state male fate un film pazzesco!!
    E sì che sei andato a gozzovigliare: domenica notte sei uscito di casa all’una di notte per andarti a bere il vin brulè …………..

I commenti sono chiusi