Pattume televisivo

Oggi, purtroppo, ho guardato un po’ di TV. Molto strano, dato che difficilmente mi capita di avere a che fare con questo mezzo. Quando accade mi limito in genere al televideo e a qualche Tg. Per il resto mi affido alla Rete, convinto come sono della superiorità della fruizione di contenuti on-demand rispetto alla sbobba propinata dai palinsesti.

Lo zapping odierno non ha smentito le mie convinzioni. Prima ci si è messo il TG1 che, parlando della Fiera del formaggio di Fossa, ha collocato Sogliano al Rubicone in provincia di Bologna (!). Poi a “Quelli che il calcio” ho avuto la sgradevole visione di Alessandra Borghese. La paladina del neo-beghinaggio, stuzzicata sull’argomento dal vampiro-Ventura, ha biasimato la satira su Ratzinger. Per poi tornare sulla sua conversione e sulla scelta della castità.

Gentile principessa, forse non sai che una cosa chiamata Costituzione non riconosce più (da quasi 60 anni!) tutti i titoli nobiliari e, cosa più importante, quella stessa Carta ha ribadito la separazione tra Stato e religione/i. Ne consegue che la satira può e deve essere libera di sbertucciare chi più gli pare e piace, religiosi inclusi (sempre che non si istighi all’odio o al commetere reati). Allo stesso modo tu sei libera di fare sesso o meno. Ma per piacere, cara la mia “principessa senza pisello” non menarcela più con questa storia del non darla via!

Pubblicato da Michelangelo

Scruto continuamente il mondo alla ricerca del bandolo della matassa

11 risposte su “Pattume televisivo”

  1. Eh già! 🙂

    Ormai scrivere che mi diverto a sentire della buona musica mi viene un po’ a noia… 😛

    Anche se è vero che è stato un bel week-end intenso, preceduto dal concerto infrasettimanale delle Iannies e culminato in un bel trittico DiagonalCapannanina@VidiaBronson.
    Ed io che pensavo di non avere più il fisico per questi tour de force danzerecci! 😀

  2. @principessa senza pisello

    Ha ragione Michelangelo: hai rotto le balle! Vai a fare la perpetua a Ratzinger se ti piace tanto! E mandaci qua padre Georg, che a lui ci penso io!

    E poi l’unico a cui interessa se trombi o meno è Zanetta, che sicuramente si sarà letto anche il tuo libro…

  3. @ Valen: Se il 16 non vieni sei fritta! 😛
    Si prospetta interessante anche la “Serata Gatti” dell’8 dicembre, a cui e’ invitatissima anche Fringui (serata tranquillissima nel pub piu’ confortevole e friendly della Romagna)

    Chi e’ la Principessa? ho perso qualche post?

  4. @Zonda

    W i gatti e il dj amico loro! Per l’8 dicembre potrei farci un pensierino …

    p.s. la principessa senza pisello è la borghese (nel mio appello mi sono riferita direttamente a lei …..)

  5. Grande Boc! …anche perché tutti ‘sti neo-teo-conservatori hanno skassato la minkia: ma come, secoli per poter beffare il Papa Re e adesso, per una Ratzi-parodia (che oltretutto lo rende molto più umano di come appare, sia dal vivo sia in tv, guardalo nella moschea, aveva un’espressione rapita, dicono i commentatori, ma che rapita, dico io: era la più classica faccia da ebete che abbia visto da anni) montiamo tutto ‘sto kasino? Ma tanto ci penseranno i mullah quando prenderanno il potere… e mi sa che anche noi non potremo più ridere tanto… Dark times are coming.

  6. siamo capitate nuovamente in questo blog, desiderose di cercare qualche commento sul week end appena trascorso… Ma abbiamo notato che il sign. Bucci batte la fiacca e non aggiorna il suo blog! Cosa lo crei a fare se poi non fornisci news? Ci vogliamo fare i cazzi tuoi! Peccato e pensare che lo scorso fine settimana è stato non privo di emozioni… In ogni caso attenderemo di capire cosa ci siamo perse e nel fratempo ancora tante congratulazioni a Matteo!

I commenti sono chiusi