Il clan degli Spada va “fuori di testa”

Ostia ospita una criminalità che opera con metodi mafiosi, clan che si fanno beffe della legalità. Lo scrive da anni (spesso inascoltata) la coraggiosa Federica Angeli. Lo ha riconosciuto la magistratura, con una serie di condanne al termine di un’indagine nata proprio da un’inchiesta di Repubblica.

Quando poi i giornalisti cercano di capirne di più sulle contiguità tra clan ed estrema destra allora son dolori.

Solidarietà all’inviato di Rai2, aggredito con metodi squadristi, e tanta amarezza per la consueta caccia al giornalista subito scatenatasi sui social.

Pubblicato da Michelangelo

Scruto continuamente il mondo alla ricerca del bandolo della matassa